Mille Miglia 2018, Alfa Romeo in pole

Nella squadra ufficiale della casa del Biscione, il bassista dei Coldplay Guy Berryman, il cantante Piero Pelù e il pilota Derek Hill
120026534--5c679b23-472b-469f-96a5-2bd9b65b60e0
Conto alla rovescia per l’edizione 2018 della Mille Miglia, in programma da 16 al 19 maggio sullo storico tracciato Brescia-Roma-Brescia. Alla leggendaria corsa “più bella del mondo” parteciperà, fra gli altri, la squadra ufficiale Alfa Romeo , composta da professionisti delle corse e artisti di fama internazionale.

Tra questi il bassista dei Coldplay Guy Berryman, il cantante Piero Pelù e il pilota Derek Hill. Una parata di stelle che renderà ancora più entusiasmante questa 36esima edizione.

Per quanto riguarda Alfa Romeo, quest’anno ricorre il 90esimo anniversario della sua prima vittoria nella gara che si svolse dal 1927 al 1957. E con 47 vetture partecipanti, tra ufficiali e dei privati, la casa del Biscione schiera uno dei gruppi più numerosi dell’intera manifestazione, superato solo dalla compagine del marchio Fiat con 49 auto in gara.

Tra gli esemplari spiccano le quattro rarità – modelli 6C 1500 SS, 6C 1750 GS, 1900 SS e 1900 Sport Spider – messe a disposizione dal Museo Storico Alfa Romeo di Arese (Milano) e appartenenti alla collezione di FCA Heritage, il dipartimento del Gruppo che tutela e promuove il patrimonio storico dei brand italiani di FCA.

Gli occhi di tutti gli appassionati saranno puntati sulla 1500 Super Sport del 1928, carrozzata dagli Stabilimenti Farina, che celebra i 90 anni trascorsi dalla memorabile vittoria del modello alla 1000 Miglia del 1928. In tempi recenti la vettura del Museo Storico Alfa Romeo si è già aggiudicata la rievocazione storica della Mille Miglia nel 2005 e nel 2007. Nello stesso anno ha conquistato il gradino più alto del podio alla “1000 Millas Sport” in Argentina, successo ripetuto nel 2008. La 6C 1500 Super Sport del 1928 è equipaggiata con un motore 6 cilindri da 1487 cc che sviluppa una potenza massima di 76 CV a 4.800 giri/min e raggiunge la velocità massima di 140 km/h. Tra il 1928 e 1929 è stata prodotta in 31 esemplari.

La vettura partirà con il numero di gara 30, lo stesso sfoggiato dall’esemplare che, nel 1928, conquistò la prima vittoria Alfa Romeo alla Mille Miglia con Giuseppe Campari e Giulio Ramponi. A condurla in gara Giovanni Moceri, attuale detentore del titolo di Campione Italiano Grandi Eventi ACI Sport e già vincitore delle più importanti competizioni italiane di regolarità storica: dalla Mille Miglia alla Targa Florio, alla Coppa d’Oro delle Dolomiti.

In pista anche la 6C 1750 Gran Sport, modello leggendario con cui Tazio Nuvolari e Giovanni Battista Guidotti vinsero la gara bresciana nel 1930. Oltre al mito del “sorpasso a fari spenti”, quella gara vide il pilota mantovano conquistare il record dei 100 km/h di velocità media su tutto il percorso. La carrozzeria venne realizzata dall’atelier milanese Zagato e tuttora suscita l’ammirazione di quanti hanno la fortuna di vederla. La vettura sarà condotta da Roberto Giolito, designer automotive di fama internazionale e attualmente responsabile del dipartimento FCA Heritage.

Lo schieramento ufficiale Alfa Romeo è completato dalla 1900 Sport Spider del 1954 e dalla 1900 Super Sprint del 1956. La prima è una rarissima spider da corsa – prodotta in soli due esemplari – equipaggiata col motore a 4 cilindri bialbero della “1900” a carter secco, portato a 138 Cv di potenza massima, che le consente di raggiungere i 220 km/h grazie anche a un peso di 880 chili e a un’aerodinamica particolarmente efficiente. Contraddistinta dall’innovativo design ad opera di Bertone, la 1900 Sport Spider è dotata di cambio a 5 marce e di ponte posteriore De Dion: prestazioni e guidabilità sono da vettura moderna, reattiva e sincera, con un’elevata tenuta di strada.

Questa vettura sarà condotta in gara da un equipaggio d’eccezione, composto da Guy Berryman e Derek Hill. Il primo, musicista di fama internazionale, è il bassista del gruppo britannico Coldplay, che ha all’attivo oltre 80 milioni di dischi venduti. Grande collezionista di auto storiche, molte delle quali italiane, Guy Berryman si alternerà al volante della 1900 Sport Spider con Derek Hill, pilota automobilistico professionista e figlio di Phil Hill, il primo campione americano della storia della Formula 1 nel 1961 con la Ferrari.

Entusiasta appassionato di vetture storiche, che ama guidare su strada e in pista, Derek Hill è “Master of Ceremonies” di Pebble Beach, il più importante concorso d’eleganza per auto d’epoca al mondo, ed ha un legame particolare con la Casa del Biscione avendo imparato a guidare da bambino proprio su un’Alfa Romeo GTV di proprietà del padre. Per un singolare ricorso storico, lo stesso Phil Hill fu, nel 1979, il testimonial dell’Alfa Romeo Mille Miglia Sprint Veloce, un’edizione limitata della vettura realizzata appositamente per il mercato statunitense e dedicata alla leggendaria competizione.

A chiudere il quartetto di vetture Alfa Romeo ufficiali in gara la 1900 Super Sprint del 1956, elegante coupé carrozzata da Touring che rappresenta la declinazione “gran turismo” della 1900, “la vettura da famiglia che vince le corse”, come recitava il claim che la rese celebre negli anni Cinquanta. La 1900 SS non è certo nuova all’impresa bresciana, ed anzi negli anni Cinquanta, quando si correva ancora la Mille Miglia agonistica, era la vettura preferita da molti piloti privati perché garantiva prestazioni e affidabilità.

Infine, tra le numerose vetture Alfa Romeo portate in gara da collezionisti privati, merita una segnalazione particolare la Giulietta Sprint del 1955 di Piero Pelù.

La sua vettura, che ha beneficiato recentemente di un accurato restauro, ha ricevuto il “Certificato d’Origine” di Alfa Romeo Classiche, il documento che riporta le specifiche di produzione del singolo numero di telaio contenute nei registri di produzione della Casa madre. Navigatrice d’eccezione della star italiana la compagna Gianna Fratta, una delle direttrici d’orchestra più conosciute ed apprezzate nel panorama internazionale.

http://www.repubblica.it/motori/sezioni/classic-cars/

1000 Miglia, domani a Ravenna e Cervia

La rievocazione farà tappa in piazza del Popolo alle 21, poi si sposterà a Cervia. La mattina dopo ripartirà da Milano Marittima
immagini.quotidiano.net
Ravenna, 15 maggio 2018 – La 1000 Miglia è in arrivo a Ravenna e Cervia. L’edizione n.36 della rievocazione della corsa di velocità disputata tra il 1927 e il ’57 transiterà domani sera da piazza del Popolo a Ravenna, poco dopo le 21, e si dirigerà poi a Cervia. Il primo appuntamento è dunque dopo cena in piazza del Popolo per il ‘timbro’, anche se il tradizionale prologo del ‘tribute’ Mercedes e Ferrari è previsto dalle 19.30. Poi, la carovana si sposterà a Cervia per l’arrivo vero e proprio della tappa della 1000 Miglia, in piazza Costa, mentre le 130 vetture del ‘tribute’ transiteranno da piazza Garibaldi per fare tappa a Pesaro. Giovedì 17 maggio, alle 6.30, da via Anello del Pino a Milano Marittima, verrà dato lo start della seconda tappa, la Cervia-Roma.

L’edizione 2018 è stata contraddistinta dalla sinergia (dopo le polemiche) che ha portato e rendere virtuoso il derby Cervia-Ravenna. Il capoluogo infatti, a maggio dell’anno scorso, si era candidato a essere sede di tappa. Una speranza sfumata successivamente a ottobre, quando la città fu esclusa anche dal tracciato per incomprensioni tra l’organizzazione dell’evento e l’amministrazione comunale. In seguito poi, in un incontro pacificatore, il sindaco ha salvato il passaggio dell’evento a Ravenna e così non mancherà anche quest’anno l’appuntamento.

I 725 equipaggi iscritti alla gara provengono da 44 Paesi distribuiti in tutti i 5 continenti; le iscrizioni provenienti dall’Italia rappresentano il 28% del numero totale. Sono 208 (su 1.450) gli iscritti dei quali non è possibile, al momento, determinare la nazionalità di appartenenza: in alcuni casi, si tratta degli equipaggi iscritti dalle Casa automobilistiche, che attendono fino all’ultimo per rendere noti i nomi degli occupanti; in altri casi, per motivi di sicurezza o riservatezza, i nomi resteranno coperti da una ‘X’ anche durante la gara. Gli esemplari che hanno preso parte ad almeno una delle 24 edizioni della 1000 Miglia di velocità, quella ‘vera’, disputata dal ’27 al ’57, sono 99. Gli equipaggi in lista d’attesa, pronti a sostituire eventuali defezioni, sono 121. Sono 44 i Paesi di provenienza delle richieste di partecipazione mentre gli equipaggi accettati provengono da 36 nazioni di tutto il mondo. Il Paese più rappresentato continua ad essere l’Italia con 405 domande di partecipazione e 254 equipaggi accettati, il 28% del totale. La casa automobilistica più rappresentata è Alfa Romeo con 47 vetture, a seguire Fiat (42), Jaguar (34) e Mercedes-Benz (33). Fra le iniziative collaterali si segnala quella di ‘Invasioni Poetiche’ di Livia Santini. Gli equipaggi saranno ‘invasi’ da poesie e fogli colorati di belle parole.

http://www.ilrestodelcarlino.it di ROBERTO ROMINI

Mille Miglia 2018, i numeri e le tappe della gara

Brescia-Roma-Brescia: 1743 chilometri, 112 prove cronometrate e 6 prove di media oraria
mille8-900x540
Sta per tornare la Mille Miglia. L’edizione 2018 della storica corsa automobilistica per auto d’epoca prenderà il via mercoledì 16 maggio da Brescia dove tornerà sabato 19. Il giro di boa a il Roma giovedì 17. Di seguito tutti i numeri (da record) e le tappe dell’edizione 2018:
I numeri

Numeri da record per questa edizione. I 725 equipaggi iscritti alla gara provengono da 44 Paesi distribuiti in tutti i 5 continenti. Le iscrizioni provenienti dall’Italia rappresentano il 28% del numero totale.

Novantanove gli esemplari che hanno preso parte ad almeno una delle ventiquattro edizioni della 1000 Miglia di velocità disputata dal 1927 al 1957.

Centoventuno invece gli equipaggi in lista d’attesa, pronti a sostituire eventuali defezioni. L’eventuale sostituzione di una vettura avverrà con un modello il più simile possibile.

Trentasei i paesi rappresentati. L’Italia il più rappresentato con 405 domande di partecipazione e 254 equipaggi accettati. L’Olanda si conferma al secondo posto, con 199 domande e 127 accettati, seguita da Germania (147 domande, 74 accettati) e Regno Unito (109 domande, 62 accettati).

Crescono ancora le partecipazioni del Belgio (85 richieste, 54 accettati), degli Stati Uniti d’America (71 richieste, 51 accettati) e dei Giapponesi (29 richieste, 26 accettati).

La casa automobilistica più rappresentata è Alfa Romeo con 47 vetture, a seguire Fiat con 42, Jaguar con 34 e Mercedes-Benz con 33.
Il programma

La Mille Miglia 2018 (1743 chilometri, 112 prove cronometrate e 6 prove di media oraria) vedrà il percorso diviso in quattro tappe:

PRIMA TAPPA
Da Brescia a Cervia-Milano Marittima. Partenza prevista alle ore 14,30 di mercoledì 16 maggio dalla pedana di Viale Venezia.

Lungo il percorso le vetture attraverseranno Desenzano e Sirmione del Garda, entreranno nel Parco Giardino Sigurtà e, passando per Mantova e Ferrara, raggiungeranno Comacchio per dirigersi a Ravenna e terminare la prima giornata di gara a Cervia-Milano Marittima.

SECONDA TAPPA
Da Cervia-Milano Marittima a Roma. La partenza della seconda tappa è invece in programma per il primo mattino di giovedì 17 maggio. Le auto della 1000 Miglia incontreranno Pesaro, la Repubblica di San Marino, San Sepolcro e Arezzo, dove è prevista la breve sosta per il pranzo.

Poi ripartenza verso Cortona, Orvieto e Amelia per giungere a Roma concludendo la tappa in parata lungo via Veneto.

TERZA TAPPA
Da Roma a Parma. Alle prime luci dell’alba di venerdì 18 maggio prenderà il via la terza (lunga) tappa di risalita della Mille Miglia che verso nord attraverserà Ronciglione, Lago di Vico, Viterbo, Radicofani e Siena fino a Monteriggioni per la sosta pranzo.

Il viaggio di ritorno riprenderà verso San Miniato e le mura di Lucca e, risalendo verso Pietrasanta, toccherà la Liguria a Sarzana, attraversando il Passo della Cisa, e giungere a Parma, città sede dell’ultima notte di gara.

QUARTA TAPPA
Da Parma a Brescia. L’ultima tappa della Mille Miglia prenderà il via sabato 19 maggio. La tappa più breve regalerà due tra le numerose novità del percorso di questa edizione: attraverso Salsomaggiore Terme, Piacenza e Lodi, le auto in gara faranno rotta su Milano, attraversando il cuore della metropoli lombarda.

Controllo timbro in Piazza Duomo e poi via in direzione Arese, gli equipaggi proseguiranno per il passaggio nel rinnovato Museo Storico Alfa Romeo, per fare il loro ingresso all’Autodromo di Monza per l’ultimo pranzo sul percorso di gara.

Nel tratto finale della gara i passaggi da Bergamo, Chiari e Ospitaletto prima di tagliare il traguardo, nel primo pomeriggio, sulla pedana di Viale Venezia a Brescia.

http://www.tpi.it

Mille Miglia 2018: programma completo e mappa del percorso cittadino

La Mille Miglia edizione 2018 scalda i motori, quest’anno con la grande novità di Milano e un Vip d’eccezione: Chris Martin, il cantante dei Cold Play.

Il percorso bresciano nel dettaglio:

Si parte e si arriva da Brescia, come da tradizione: la prima tappa (mercoledì 16) raggiungerà Cervia e Milano Marittima, la seconda (il 17) fino a Roma, la terza da Roma a Parma (il 18) e l’ultima da Parma a Brescia (sabato 19). Sarà un sabato speciale: in città, infatti, sarà la volta della Notte Bianca della Mille Miglia.

Clicca per visualizzare la MAPPA DEL PERCORSO CITTADINO e IL PROGRAMMA COMPLETO

http://www.bresciatoday.it

Mille Miglia, tra i super vip in gara anche il cantante dei Coldplay

Per Chris Martin manca soltanto l’ufficialita’
E a Milano cresce l’attesa per il passaggio della gara

MILANO. Tra le stelle della 1000 Miglia 2018 brilla quella del super vip Chris Martin. Per il leader dei Coldplay manca an- cora l’ufficialità, ma secondo le indiscrezioni il cantante inglese dovrebbe prendere il via a bordo di un’Alfa Romeo.
La popolarità di Martin e della sua band è in costante ascesa dall’inizio del nuovo millennio, periodo in cui i Coldplay pubblicarono l’album «Parachutes». Martin è noto al grande pubblico anche per essere stato il marito di Gwyneth Paltrow, da cui ha avuto due figli, Apple e Moses. La parabola artistica del rocker britannico è iniziata con l’invenzione del new acoustic movement e si è sviluppata toccando una pluralità di generi, elettronica compresa, fino ad arrivare alla suggestiva collaborazione con Rihanna. Lo scorso anno i Coldplay hanno raccolto a San Siro la bellezza di 120mila spettatori in due serate. Appassionatissimo di auto, Martin realizzerà quindi uno dei suoi sogni: quello di partecipare alla Mille Miglia. E allo stesso tempo realizzerà quello dei suoi tantissimi fan che sicuramente lo cercheranno nelle piazze e durante il percorso nella speranza di farsi firmare un autografo o di poter scattare un selfie insieme a lui. Naturalmente non sarà l’unico vip: alla gara che prenderà il via il 16 maggio sono attesi anche molti altri personaggi del mondo dello spettacolo e dello sport, come il cantante Piero Pelù e l’ex pilota di Formula Uno Giancarlo Fisichella.
All’ombra del Duomo. Tante buone notizie dunque per una kermesse che ieri ha vissuto un momento importante.
Le porte di Palazzo Marino, sede del Comune di Milano, si sono aperte per accogliere la presentazione della corsa e in parti-colare del suo storico passaggio nel cuore del capoluogo lombardo, proprio sotto le guglie del Duomo. Da Brescia sono giunti, in qualità di ambasciatori della Freccia Rossa, Alberto Piantoni (ad di 1000 Miglia srl) e Giuseppe Cherubini (curatore del percorso). A fare gli onori di casa è stato il sindaco Giuseppe Sala: «Il 19 maggio, quando la Mille Miglia sfilerà sotto la Madonnina ha osservato, sarà un’occasione unica per vivere la straordinaria emozione di questa corsa senza tempo che venne ideata proprio a Milano. Sono certo infatti che i veicoli storici che prenderanno parte alla manifestazione sapranno coinvolgere con la loro bellezza, il loro design, i loro colori e il rombo dei motori appassionati delle quattro ruote e non solo». L’auspicio, ha aggiunto, è che «non si tratti di un evento “una tantum”, ma che si stabilizzi il legame con la Mille Miglia». La cornice scelta del resto è la migliore possibile: da Porta Romana la kermesse raggiungerà piazza Missori per poi fare il suo ingresso trionfale, attraverso via Mazzini, in piazza del Duomo. Da qui, dopo il controllo orario con il timbro, le «vecchie signore» ripartiranno per attraversare via Mengoni, via Santa Margherita, piazza della Scala, via Manzoni, piazza Cavour, via Turati e piazza Repubblica. Il tutto approssimativamente tra le 10.15 e le 13.30.
Sotto il segno del biscione. Lasciatosi alle spalle Milano, il «museo viaggiante» più bello del mondo andrà a rendere omaggio a un museo vero e proprio, quello dell’Alfa Romeo ad Arese. La casa del biscione sarà la festeggiata speciale: ricorre infatti il 90° anniversario della vittoria di Giuseppe Campari e Giulio Ramponi: con la 6C 1500 Super Sport centrarono il primo degli undici successi targati Alfa Romeo, «sette dei quali di fila», come ha ricordato Roberto Giolito, head di Fca Heritage. Proprio sulla pista del museo gli equipaggi affronteranno il penultimo blocco di prove cronometrate (l’ultimo sarà all’autodromo di Monza). Il biglietto di ingresso al museo comprenderà, in esclusiva per il 19 maggio, anche l’accesso al circuito interno. Inoltre fino a dicembre è allestita la mostra «11 volte campione». Da non perdere.

GIORNALE DI BRESCIA – Motori e dintorni – Marco Tedoldi

Piero Pelù e mister Prada in corsa alla Mille Miglia

Prime certezze sugli equipaggi che sfileranno anche a Lucca il 18 maggio.
Ci sarà anche l’ex calciatore Ronald De Boer, in forse il pilota Nicola Larini.

image

LUCCA. Una parata di vip a bordo dei magnifici “bolidi” della mitica Mille Miglia che il 18 maggio torna a Lucca, patria di Barsanti e Matteucci, inventore del motore. La città delle Mura (e la Piana) farà da scenario ad una tappa del passaggio delle auto storiche. Ad oggi il nome che maggiormente suscita curiosità è quello di Piero Pelù: il rocker toscano, già leader dei Litfiba e protagonista del talent The Voice, sarà in gara insieme alla compagna Gianna Fratta, una delle donne direttrici d’orchestra più celebri al mondo; saranno a bordo di una Giulietta Sprint Bertone del 1955 e faranno parte del Team FCA. Al volante di una fiammante Porsche 550 A invece Patrizio Bertelli, aretino, amministratore delegato del gruppo Prada, tra gli uomini più ricchi d’Italia e velista professionista negli anni Settanta, noto al grande pubblico per essere il patron di Luna Rossa, popolarissima imbarcazione degli anni duemila.

In gara anche l’ex centrocampista del Barcellona e della nazionale olandese Ronald De Boer, a bordo di un’Alfa romeo 6C 2500 SS Coupé. Tanto spazio, ovviamente, a volti noti del mondo dei motori. Come Jochen Mass, pilota tedesco in Formula 1 negli anni ’70 e ’80, e il campione del mondo di rally Walter Rohrl, da molti considerato come uno dei più grandi piloti della storia rallistica internazionale.

Incerta, al momento, la presenza di Nicola Larini (ex pilota della Ferrari). Sempre nell’ambito dell’automobilismo Timo Bernhard, vincitore della 24 Ore di Le Mans. Ma sono solo i primi nomi dei volti noti della moda, dello spettacolo e dell’automobilismo che parteciperanno alla Mille Miglia. Del resto nel tabellone degli equipaggi iscritti alla corsa ci sono ancora diverse X e le case automobilistiche dovrebbero presentare qualche nome di spicco all’ultima ora. Negli ultimi anni si ricordano Jeremy Irons, Adrien Brody e Brian Johnson (Ac/Dc).

Sono 725 gli iscritti (un nuovo record) ma alla partenza ci saranno 450 automobili, di oltre 70 case produttrici diverse: circa un centinaio di vetture tra quelle in gara avranno inoltre già partecipato alla Mille Miglia “classica”, in scena per 24 edizioni fino al 1957. La “corsa più bella del mondo”, la Freccia Rossa, a capostipite di tutte le corse automobilistiche torna a passare dopo due anni di assenza.

Un lungo corteo di 450 auto d’epoca si snoderà tra strade di Lucca, Altopascio, Montecarlo, Porcari e Capannori, fino a Massarosa e Pietrasanta. Coordinata da Aci Lucca (il presidente Luca Gelli è iscritto alla Mille Miglia con la sua Bugatti 32 B del 1928) nella giornata di venerdì 18 maggio il corteo delle 450 auto entrerà nel territorio lucchese da Altopascio. Da qui attraverserà Montecarlo, Porcari, Capannori e si fermerà a Lucca, dove le vetture d’epoca saliranno sulle Mura e, dopo un giro, si fermeranno per una sosta all’Ex-Cavallerizza. Mentre gli equipaggi pranzeranno all’interno dello stabile, le auto resteranno esposte per poter essere ammirate. Intorno alle 14.30, il corteo riprenderà la sua corsa, fermandosi in piazza Napoleone. Poi in direzione Versilia, Parma e infine Brescia.

http://iltirreno.gelocal.it di Nicola Nucci

Il corteo della Mille Miglia 2018 passerà da Cortona

92-mille-miglia-2018

Novantuno anni dopo la prima delle ventiquattro edizioni di velocità, disputate dal 1927 al 1957, e delle tre con la formula dei rally dal 1959 al 1961, mercoledì 16 maggio 2018 prenderà il via la trentaseiesima rievocazione della Mille Miglia, che sarà la sessantatreesima competizione automobilistica caratterizzata dalla Freccia Rossa.

Cortona per la prima volta nella sua storia sarà tappa di questa corsa.

“Un evento a lungo inseguito e che finalmente tocca la nostra città, dichiara il sindaco di Cortona Francesca Basanieri, grazie ad un lavoro congiunto con Terretrusche e Vittorio Camorri siamo riusciti a portare un evento straordinario che speriamo possa entrare stabilmente nel percorso di questa che è a tutti gli effetti una delle corse d’auto più suggestive ed importanti del mondo. Stiamo predisponendo con l’organizzazione e la polizia municipale, conclude il sindaco Francesca Basanieri, un piano per limitare al minimo i disagi per la viabilità nel Centro Storico. Il corteo di auto entrerà da porta Colonia, transiterà da via Dardano, piazza Signorelli. Farà tappa in piazza della Repubblica per poi ripartire attraverso via Nazionale in direzione Orvieto”.

“Saranno circa 600 le auto che parteciperanno alla Mille Miglia 2018, ha spiegato Marcello Ferrari dell’organizzazione della corsa. 30 Super Car Mercedes, 100 Super Car Ferrari e 450 auto storiche. Tra questi il 70% è composto da equipaggi stranieri e molti personaggi famosi. Il passaggio durerà ben quattro ore”.
“Le auto arriveranno a Cortona a partire dalle 12,30 di giovedì 17 maggio, dichiara Vittorio Camorri di Terretrusche. Assieme al Comune stiamo organizzando un’accoglienza particolare a tutti gli equipaggi e ai tanti turisti che accorreranno. Un kit speciale con le eccellenze enogastronomiche da consegnare ai partecipanti, menù speciali nei ristoranti, un Palco in piazza della Repubblica dove è previsto un controllo dei tempi di gara ed una tappa che racconterà ogni auto e ogni equipaggio. Insomma la città potrà godere appieno di queste emozioni. Per Cortona è un importante riconoscimento dell’organizzazione della “corsa più bella del mondo”, sia per le sue peculiarità storico/architettoniche, evidenziate da scorci paesaggistici di indubbia unicità, sia per la riconosciuta centralità del nostro turismo che permette una visibilità di respiro internazionale.

Come Terretrusche abbiamo in serbo per questo evento una serie di iniziative che possano lasciare un segno indimenticabile ai partecipanti in gara e ai turisti che saranno presenti, quali l’esibizione degli sbandieratori, delle dame e degli altri figuranti in costumi medievali dell’Archidado.”

http://www.nove.firenze.it/ Redazione Nove da Firenze

Mille Miglia, la sfida delle banche sponsor

La scelta è già avvenuta. Ma sarà svelata soltanto stamattina. Potrebbe essere una conferma. O una clamorosa sorpresa. L’undicesima volta di Ubi Banca. O la prima di Deutsche Bank. A contendersi il ruolo di main sponsor bancario della Mille Miglia sono due colossi della finanza: lo storico gruppo bresciano e la grande novità tedesca. Uno interessato al rapporto con il territorio; l’altro, soprattutto, alla clientela vip che ogni anno partecipa alla corsa partendo dalla Germania. Entrambi hanno manifestato formalmente l’interesse ad associare il proprio nome alla corsa per auto storiche più bella del mondo e allo sfruttamento commerciale del marchio che la rappresenta.
MA PROPRIO la mancata possibilità di utilizzare il logo della mitica Freccia Rossa a fini commerciali (a partire dall’ emissione delle carte di credito «personalizzate») ha mandato deserta lo scorso gennaio la prima gara indetta da Mille Miglia srl per l’aggiudicazione del bando. Tale possibilità rappresentava un aspetto decisivo della partnership con la società controllata al 100 per cento dall’Aci Brescia che organizza la corsa, ma non è stata l’unica ragione del flop. A provocare la mancata presentazione di offerte valide è stata anche l’indeterminatezza legata alla possibile estensione del rapporto di sponsorizzazione ad altre due manifestazioni automobilistiche nei programmi dell’Automobil Club e della sua «controllata»: la prima edizione della Mille Miglia Green (con auto elettriche da far correre il primo giorno attorno ai quattro principali laghi lombardi – Benaco, Sebino, Lario e Maggiore, con partenza e arrivo a Milano perché nessuna auto elettrica è oggi in grado di compiere senza ricarica il classico percorso Brescia-Roma-Brescia, e il secondo giorno sulla storica pista dell’Autodromo di Monza) e la rievocazione della mitica Coppa delle Alpi (dalla Francia al Piave, passando per St Moritz, per celebrare la pace a cent’anni dalla fine della Grande Guerra: 1918-2018). Il problema era la titolarità dei nuovi marchi, contesa dalle due società, che sono strettamente collegate (una è la controllante, l’altra la controllata), e in teoria non dovrebbero essere in concorrenza. E invece lo sono da quando il tandem composto da Aldo Bonomi (presidente del Consiglio di amministrazione della Mille Miglia srl) e da Piergiorgio Vittorini (presidente di Aci Brescia) si è spezzato. Nella stessa squadra alle scorse elezioni, l’imprenditore lumezzanese e l’avvocato bresciano a un certo punto si sono trovati su posizioni distanti, tanto che si presenteranno alla testa di due liste contrapposte alle prossime votazioni per il rinnovo del Consiglio d’amministrazione dell’ente di via Enzo Ferrari, già in passato oggetto di torride sfide all’ultimo voto.

A SOLO UN MESE dalla Mille Miglia 2018 (in programma dal 13 al 18 maggio) e a sette settimane dalle elezioni dell’Aci, anche la scelta del partner finanziario della corsa divide i contendenti: Bonomi l’ha affidata a un comitato di valutazione che si è riunito due giorni fa e ha inoltrato il suo verdetto al Consiglio di amministrazione della Mille Miglia srl cui spetta la decisione finale (presa ieri); Vittorini pone interrogativi sui criteri di valutazione adottati dalla commissione: conta solo l’offerta più alta o anche la territorialità? Tali criteri potrebbero essere svelati oggi insieme all’esito del testa a testa per aggiudicarsi il contratto di sponsorizzazione. Uno sprint a due, dopo che nei mesi scorsi si era affacciato sulla scena un terzo contendente: Julius Bär, la più importante banca svizzera di pura gestione patrimoniale (si occupa esclusivamente di private banking e di risparmio gestito, con un patrimonio di 320 miliardi di franchi). L’interesse era molto concreto. Poi sono cambiati i vertici societari e il nuovo amministratore delegato ha bloccato tutto.

http://www.bresciaoggi.it Marco Bencivenga

1000 Miglia Charity – Il Cuore pulsante della 1000 Miglia

Il cuore pulsante della corsa più bella del mondo quest’anno ha un nome: “1000 Miglia Charity”, un progetto di raccolta fondi a favore dell’Ospedale dei Bambini di Brescia, per acquistare un ecografo di ultima generazione e realizzare una sala ecografica dedicata. Un’iniziativa unica nel suo genere e davvero ambiziosa che, oltre a raccogliere fondi, punta a sensibilizzare la collettività attraverso due “Charity Car” che parteciperanno all’edizione 2018 della 1000 Miglia.

news_conferenza_stampa_1000miglia_charity_0006_0

Il progetto, fortemente voluto da Automobile Club Brescia e 1000 Miglia srl, in collaborazione con Alisolidali, La Zebra Onlus e UBI Banca, è stato presentato Mercoledì 4 Aprile 2018 al Museo delle Mille Miglia alla presenza di Piergiorgio Vittorini – Presidente di AC Brescia, Laura Castelletti – Vicesindaco del Comune di Brescia, Simona Pezzolo De Rossi – Delegata 1000 Miglia, Maria Bussolati Bonera – AliSolidali Bonera Group, Maria Pia Bondioni – Responsabile Radiologia pediatrica Ospedale dei Bambini di Brescia, Marta Polotti e Alessandro Tedesco – UnibsMotorsport, Luca Mastrostefano – CEO Gruppo Wise, Stefano Vittorio Kuhn – Direttore Macro Area Territoriale Brescia e Nord Est di UBI Banca e Maddalena Damini, Direttore artistico di Teletutto e Radio Bresciasette.

“18.000 cuori dei soci dell’Automobile Club Brescia pulsano per i bambini della nostra Provincia e Città – commenta il Presidente di AC Brescia Piergiorgio Vittorini in apertura della conferenza stampa. Un sogno di generosità che si trasforma in progetto e in una splendida realizzazione. 1000 Miglia Charity è un orgoglio di tutti i nostri associati, anime vere e generose”.

“Il Consiglio di Amministrazione di 1000 Miglia srl, ha raccolto con grande entusiasmo la proposta di Ali Solidali e La Zebra Onlus a favore dell’Ospedale dei Bambini degli Spedali Civili di Brescia – aggiunge Simona Pezzolo De Rossi, Consigliere di 1000 Miglia srl. Siamo molto orgogliosi di concedere l’utilizzo del nostro marchio, la Freccia Rossa, e poter essere parte attiva nel progetto charity di raccolta fondi che vedrà il suo momento clou in occasione della 1000 Miglia 2018. Da parte nostra ci adopereremo affinché quello di quest’anno sia il primo, fondamentale, passo di un progetto che, nel tempo, possa coinvolgere un gruppo sempre più consistente di Partner animati dallo stesso spirito e sostenere un numero sempre maggiore di iniziative e persone”.

Le due auto che parteciperanno alla corsa saranno una Mercedes 300 SL Ali di Gabbiano, iscritta alla 1000 Miglia, e una Mercedes 300 SL Roadster, iscritta al Mercedes-Benz Mille Miglia Challenge 2018, e verranno messe a disposizione da Ali Solidali, il progetto di Social Responsibility del Gruppo Bonera. Pilotate da testimonial d’eccezione, in una sfida tra due squadre (femminile e maschile), le due auto e i loro piloti promuoveranno il progetto di beneficenza in tutto il tragitto, da Brescia a Roma.

“Siamo molto orgogliosi che le nostre auto quest’anno facciano da collettore alle eccellenze bresciane che hanno sposato questo progetto – aggiunge Maria Bussolati Bonera di Alisolidali – e siamo certi che lasceranno un segno concreto nei quattro giorni di kermesse della 1000 Miglia. Il cuore grande di Brescia si è unito ai cuori pulsanti della ‘Corsa più bella del mondo’ per i bimbi della nostra città”.

I fondi verranno raccolti attraverso una lotteria di beneficenza legata alla corsa, le donazioni dirette sul sito 1000migliacharity.it e l’esclusivo Charity Party Dinner che si terrà martedì 15 maggio al Museo Mille Miglia e che avrà come ospite il celebre musicista Andrea Casta e il suo violino elettrico. A beneficiarne sarà una grande eccellenza cittadina, l’Ospedale dei Bambini di Brescia, centro di riferimento europeo per diverse patologie che, quotidianamente, serve un numero crescente di bambini provenienti da tutta Italia e oltre confine. In particolare, i fondi serviranno ad acquisire un apparecchio ecografico di ultima generazione con software in grado di “catturare” gli ultrasuoni ad altissima velocità e sonde pediatriche dedicate, quindi particolarmente adatto anche ai pazienti più piccoli e non collaboranti.

“Grazie alle sinergie delle più grandi eccellenze bresciane – spiega Maria Pia Bondioni, Responsabile Radiologia pediatrica Ospedale dei Bambini di Brescia e co-fondatrice de La Zebra Onlus – saremo in grado di avere un macchinario efficiente ed efficace per permettere delle diagnosi più veloci per i bambini. Un’apparecchiatura che permetterà di avere un ottimo parco macchine ecografiche con strumentazioni all’avanguardia nel reparto di radiologia pediatrica”.

Verrà inoltre creata, all’interno del reparto, una sala ecografica brandizzata 1000 Miglia e Ali Solidali, per rendere più “leggera” ed emozionante per i piccoli pazienti l’esperienza della visita. Fiore all’occhiello della sala sarà Brixia 1, la prima auto da corsa progettata e creata dal Dipartimento di Ingegneria e Meccanica Industriale dell’Università degli Studi di Brescia, che si trasformerà in un simulatore da gioco con cui i bambini potranno divertirsi.

“Sono molto felice che Brixia 1 possa trovare una nuova collocazione all’interno del servizio di radiologia pediatrica – commenta Marta Polotti team leader UnibsMotorsport. Spero che questo possa contribuire a far trovare il sorriso ai tanti bambini che in quel reparto passano molte ore”.

Ad aggiungersi all’entusiasmo di questa iniziativa Luca Mastrostefano, CEO di Gruppo WISE, agenzia che sta curando la comunicazione, la realizzazione e l’organizzazione del progetto. “È un onore per noi poter contribuire a realizzare e diffondere un progetto di questo spessore sociale. Crediamo fortemente in 1000 Miglia Charity e confidiamo che diventi un appuntamento annuale imperdibile, proprio come la 1000 Miglia”.

“Siamo particolarmente soddisfatti di essere nuovamente al fianco di “Ali Solidali” per sostenere questo progetto – dichiara Stefano V. Kuhn, Direttore Macro Area Territoriale Brescia e Nord Est di UBI Banca, Title partner dell’iniziativa solidale. Grazie alla tradizionale generosità di tutti coloro che sosterranno la campagna di raccolta fondi, il Reparto di Radiologia pediatrica dell’Ospedale dei Bambini di Brescia avrà un ecografo di ultima generazione. Una particolare vocazione alla responsabilità sociale d’impresa, che identifica il nostro Fare Banca per Bene al servizio delle persone, delle aziende e delle organizzazioni sociali del territorio. Un’operazione importante – conclude Kuhn – condivisa con il Gruppo Bonera, con cui la nostra Banca collabora per il terzo anno consecutivo in occasione della storica Mille Miglia, a testimonianza di una radicata tradizione di solidarietà e sensibilità”.

http://boneragroup.it

Scarica il comunicato stampa Ufficiale
www.1000migliacharity.it

Mille Miglia 2018, la corsa più bella del mondo torna in scena a Maggio

La Freccia Rossa, celeberrima gara di regolarità per auto storiche, si svolgerà dal 16 al 19 maggio, e vedrà impegnati 725 equipaggi lungo il percorso di circa 1.700 chilometri attraverso le bellezze di sette regioni italiane.

Quattro giorni per sognare, rievocare, ammirare, respirare il sapore delle auto d’epoca impegnate in strada: la 1000 Miglia è una rievocazione giocata sulla regolarità, non più sulla velocità come nelle edizioni “vere” di metà del secolo scorso (1927-1957), ma resta l’appuntamento più vivo, sentito ed ampio che sappia coinvolgere così tante auto storiche con un seguito di appassionati altrettanto importante.

L’edizione 2018 ricalca fondamentalmente tappe e percorso conosciuti, con la novità però della partenza da Brescia anticipata al mercoledì in luogo del consueto giovedì, in modo da ottenere il rientro degli equipaggi nella cittadina lombarda in concomitanza con la “Notte Bianca” programmata proprio per il passaggio tra sabato 19, arrivo della gara, e domenica 20 maggio.

Le quattro tappe previste per questa 36.ma edizione sono articolate sui tratti Brescia – Cervia/Milano Marittima, poi Cervia/Milano Marittima – Roma, in seguito Roma – Parma ed infine Parma – Brescia, per un totale di oltre 1700 km di strade statali, provinciali e locali tra le più belle e paesaggisticamente attraenti del nostro Paese attraverso sette regioni. Più in dettaglio, nel primo giorno di gara le vetture passeranno per Desenzano e Sirmione del Garda dopo lo start a Brescia alle ore 14.30 da Viale Venezia, transiteranno per Mantova e Ferrara, raggiungeranno Comacchio per dirigersi poi a Ravenna e terminare le fatiche a Cervia-Milano Marittima. Il giovedì, prima cittadina Pesaro, seguita dalla Repubblica di San Marino, poi San Sepolcro ed Arezzo dove è prevista il breve intermezzo di mezza giornata; in seguito Cortona, Orvieto e Amelia, con termine a Roma in parata lungo via Veneto.

Terza giornata venerdì 18 maggio con i passaggi da Ronciglione, Lago di Vico, Viterbo, Radicofani e Siena fino a Monteriggioni per il pranzo; poi San Miniato e le mura di Lucca, la Liguria toccata in località Sarzana (SP) e poi lo scollinamento attraverso il Passo della Cisa per scendere alla meta finale di Parma.

La quarta e ultima tappa è la più breve ma include due tra le diverse novità del percorso 2018: dopo Salsomaggiore Terme, Piacenza e Lodi, le auto in gara attraverseranno Milano con controllo a timbro previsto proprio in Piazza Duomo; in seguito verso Arese è previsto il passaggio dal rinnovato Museo Storico Alfa Romeo e, a seguire, l’ingresso nell’Autodromo di Monza. Il tratto finale della 1000 Miglia attraversa infine Bergamo, Chiari e Ospitaletto, per tagliare nel pomeriggio il traguardo di Brescia, sulla pedana di Viale Venezia, dopo 1743 chilometri.

L’elenco partenti è quanto di più ricco e variegato ci sia nel panorama delle auto storiche, con un totale di 450 vetture d’epoca appartenenti a 72 differenti case costruttrici. 725 gli equipaggi impegnati, includendo però nel numero anche quelli delle 130 vetture di attualità iscritte agli eventi di contorno alla 1000 Miglia vera e propria, per un totale di 44 Paesi di tutti e cinque i continenti. 254 gli equipaggi italiani, il 28% del totale, seguiti da Olanda (127 equipaggi), Germania (74) e Regno Unito (62 in gara). Seguono Belgio (54) e poi si passa Oltre Oceano con USA (51) e Giappone (26). Marca più rappresentata è Alfa Romeo con 47 esemplari al via, seguita da Fiat (42), Jaguar (34) e Mercedes (33).

http://www.ilfattoquotidiano.it/ di Alberto Sarasini