1000 Miglia 2020: il Coronavirus costringe il rinvio a ottobre della gara più bella del mondo

La decisione era ormai attesa: la 38esima edizione della 1000 Miglia cambia data e si svolgerà al 22 al 25 ottobre

mille-miglia
La 1000 Miglia 2020 ha una nuova data. Il Consiglio di Amministrazione della società in accordo con il partner Automobile Club di Brescia, a fronte dell’emergenza in atto e al fine di garantire lo svolgimento della manifestazione nella massima sicurezza, ha deliberato il rinvio della 1000 Miglia 2020 (e di tutti gli eventi collaterali) che, pertanto, si svolgerà da giovedì 22 a domenica 25 ottobre.
«Come le nostre istituzioni hanno costantemente comunicato in questi giorni» ribadiscono Franco Gussalli Beretta, presidente di 1000 Miglia e Aldo Bonomi, presidente dell’Automobile Club di Brescia «la salute delle persone viene prima di tutto e, nella speranza della migliore e più rapida risoluzione di questa situazione senza precedenti, tutti indistintamente abbiamo la responsabilità di partecipare allo sforzo collettivo in corso».

Quattrocento auto in gara
L’edizione 2020 della 1000 Miglia era in programma da Brescia mercoledì 13 maggio per farvi ritorno sabato 16, dopo le tappe di Cervia-Milano Marittima, Roma e Parma, passando per Milano.
I cambiamenti dovrebbero attualmente comunicati riguardano solo il cambio di data mantenendo invariato il percorso. La novità della 38a edizione rievocativa della celebre corsa disputata dal 1927 al 1957 è che le auto in gara saranno 400, trenta in meno dello scorso anno per garantire maggiore sicurezza e qualità dei servizi agli equipaggi in gara, scelti tra le iscrizioni provenienti da 33 Paesi dei 5 continenti. Il Paese più rappresentato continuerà ad essere l’Italia con il 30% di partecipanti ammessi.

La Casa più rappresentata tra le vetture selezionate fra tutte quelle iscritte sarà Alfa Romeo con 68 auto, seguita da Fiat (63), Lancia (49), Jaguar (45), Porsche (38), Mercedes-Benz e Austin Healey (27), Aston Martin (26), Ferrari e Bugatti con 20. Tra quelle accettate le vetture che hanno partecipato ad almeno una delle ventiquattro edizioni della 1000 Miglia disputatasi dal 1927 al 1957 sono 85 e gli equipaggi in lista d’attesa, pronti a sostituire eventuali defezioni, sono circa 200.

Articolo tratto da www.ilsole24ore.com

Mille Miglia 2020: ufficiale lo spostamento in autunno per il coronavirus

Gli organizzatori hanno preferito fissare nuove date: la corsa storica si terrà dal 22 al 25 ottobre, invece che dal 13 al 16 maggio. Invariato il percorso

La partenza dell’edizione 2017 della Mille Miglia. LAPRESSE

È stata rinviata ufficialmente all’autunno la prossima edizione della 1000 Miglia. La 38esima edizione della rievocazione storica della Freccia Rossa disputata dal 1927 al 1957 si correrà da giovedì 22 a domenica 25 ottobre, anziché da mercoledì 13 a sabato 16 maggio, secondo quanto deciso dal Consiglio di Amministrazione di 1000 Miglia srl in accordo con l’Automobile Club di Brescia. “La salute delle persone viene prima di tutto – dicono Franco Gussalli Beretta, presidente di 1000 Miglia srl e Aldo Bonomi, presidente dell’Automobile Club di Brescia – e nella speranza della migliore e più rapida risoluzione di questa situazione senza precedenti, tutti indistintamente abbiamo la responsabilità di partecipare allo sforzo collettivo in corso”. Le 400 auto iscritte, provenienti da 33 Paesi di tutto il mondo, dovrebbero così, con lo spostamento di data, avere il tempo necessario per riorganizzare la trasferta più attesa.

Aldo Bonomi, presidente Automobile Club Brescia. CAVICCHI

IL PERCORSO

Rimane confermato il percorso: da Brescia, costeggiando il lago di Garda, la carovana storica raggiungerà il 22 ottobre Cervia, da dove ripartirà il giorno dopo in direzione Roma, passando da Urbino, Fabriano, Macerata, Fermo e Ascoli Piceno attraverso le zone che portano ancora i segni del terremoto del 2016; la terza tappa del sabato corre lungo i paesaggi toscani per raggiungere, dal Passo della Cisa, Parma, città Capitale della Cultura 2020, che accoglierà gli equipaggi per l’ultima notte di gara, mentre la quarta e ultima giornata vedrà il passaggio da Salsomaggiore Terme, Castell’Arquato, Cernusco sul Naviglio e Bergamo, prima di concludersi sulla pedana di arrivo di Viale Venezia a Brescia.

Un passaggio della Mille Miglia in piazza Duomo a Milano. LAPRESSE

Savina Confaloni www.gazzetta.it

1000 Miglia 2020: il Coronavirus costringe il rinvio a ottobre della gara più bella del mondo

La decisione era ormai attesa: la 38esima edizione della 1000 Miglia cambia data e si svolgerà al 22 al 25 ottobre

La decisione era ormai attesa: la 38esima edizione della 1000 Miglia cambia data e si svolgerà al 22 al 25 ottobre

La 1000 Miglia 2020 ha una nuova data. Il Consiglio di Amministrazione della società in accordo con il partner Automobile Club di Brescia, a fronte dell’emergenza in atto e al fine di garantire lo svolgimento della manifestazione nella massima sicurezza, ha deliberato il rinvio della 1000 Miglia 2020 (e di tutti gli eventi collaterali) che, pertanto, si svolgerà da giovedì 22 a domenica 25 ottobre.
«Come le nostre istituzioni hanno costantemente comunicato in questi giorni» ribadiscono Franco Gussalli Beretta, presidente di 1000 Miglia e Aldo Bonomi, presidente dell’Automobile Club di Brescia «la salute delle persone viene prima di tutto e, nella speranza della migliore e più rapida risoluzione di questa situazione senza precedenti, tutti indistintamente abbiamo la responsabilità di partecipare allo sforzo collettivo in corso».

Quattrocento auto in gara
L’edizione 2020 della 1000 Miglia era in programma da Brescia mercoledì 13 maggio per farvi ritorno sabato 16, dopo le tappe di Cervia-Milano Marittima, Roma e Parma, passando per Milano.
I cambiamenti dovrebbero attualmente comunicati riguardano solo il cambio di data mantenendo invariato il percorso. La novità della 38a edizione rievocativa della celebre corsa disputata dal 1927 al 1957 è che le auto in gara saranno 400, trenta in meno dello scorso anno per garantire maggiore sicurezza e qualità dei servizi agli equipaggi in gara, scelti tra le iscrizioni provenienti da 33 Paesi dei 5 continenti. Il Paese più rappresentato continuerà ad essere l’Italia con il 30% di partecipanti ammessi.

La Casa più rappresentata tra le vetture selezionate fra tutte quelle iscritte sarà Alfa Romeo con 68 auto, seguita da Fiat (63), Lancia (49), Jaguar (45), Porsche (38), Mercedes-Benz Austin Healey (27), Aston Martin (26), Ferrari Bugatti con 20. Tra quelle accettate le vetture che hanno partecipato ad almeno una delle ventiquattro edizioni della 1000 Miglia disputatasi dal 1927 al 1957 sono 85 e gli equipaggi in lista d’attesa, pronti a sostituire eventuali defezioni, sono circa 200.

di Giulia Passoni www.ilsole24ore.com

 

Mille Miglia 2020 La Freccia Rossa è rinviata: ecco le nuove date

Per assistere alla nuova edizione della Freccia Rossa toccherà pazientare ancora qualche mese: l’organizzazione ha ufficializzato oggi il rinvio al prossimo autunno della Mille Miglia 2020. Pur mancando ancora otto settimane al consueto appuntamento con la “corsa più bella del mondo” (originariamente prevista dal 16 al 20 maggio), si è scelto scelto di non attendere gli sviluppi dell’emergenza coronavirus e di riprogrammare l’evento dal 22 al 25 ottobre, mantenendo, presumibilmente, il percorso annunciato all’inizio di marzo.

Le dichiarazioni. “Come le nostre istituzioni hanno costantemente comunicato in questi giorni, la salute delle persone viene prima di tutto. Nella speranza della migliore e più rapida risoluzione di questa situazione senza precedenti – si legge in una nota diffusa da Franco Gussalli Beretta, presidente della Mille Miglia, e Aldo Bonomi, a capo dell’Automobile Club di Brescia – tutti indistintamente abbiamo la responsabilità di partecipare allo sforzo collettivo in corso”. Il breve comunicato è stato diffuso nel pomeriggio, poche ore dopo la notizia di un possibile rinvio del Milano Monza Motor Show.

https://www.quattroruote.it

PER MAGGIORI INFORMAZIONI info@1000miglia.com