Il primo 1000 Miglia Warm Up USA taglia il traguardo in territorio italiano

L’evento automobilistico più grande al mondo dà il via all’espansione globale con la prima gara di regolarità negli USA
Per la prima volta, la celebre 1000 Miglia ha portato la sua leggendaria gara automobilistica di regolarità su strade aperte al di fuori dei confini italiani, arrivando negli Stati Uniti da giovedì 25 a sabato 27 ottobre.
In collaborazione con l’Ambasciata d’Italia e Historic Vehicle Association (HVA), il 1000 Miglia Warm Up USA ha presentato un assaggio dell’evento che fu definito come “la corsa più bella del mondo.” Durante la giornata del sabato, si è svolta la gara di regolarità per auto storiche che ha percorso circa 200 km attraversando alcune delle zone più panoramiche della Virginia, del Maryland e di Washington DC, prima di tagliare finalmente il traguardo a Villa Firenze, la residenza ufficiale dell’Ambasciatore italiano negli Stati Uniti d’America.
Sono solo diciotto le auto d’epoca che hanno partecipato a questo evento esclusivo, di cui tre “1000 Miglia Official Car” fuori gara. I veicoli partecipanti rappresentavano una selezione di case produttrici americane, italiane ed europee:
1. 1928 Bugatti Type 40
2. 1927 Cadillac LaSalle Roadster
3. 1957 Alfa Romeo 1900 C Super Sprint
4. 1928 Alfa Romeo 6C 1500SS
5. 1950 Jaguar XK120 Alloy
6. 1951 Cisitalia 202 SC Cabriolet
7. 1952 Jaguar XK120 M
8. 1953 Jaguar XK120 M
9. 1953 Jaguar XK120 M
10. 1954 Alfa Romeo 1900 C Super Sprint
11. 1954 Jaguar XK120 SE
12. 1954 Oldsmobile Super 88 Holiday Coupe
13. 1956 Alfa Romeo Giulietta Sprint Veloce
14. 1956 Ferrari 250 GT Boano
15. 1956 Jaguar XK140 SE Roadster
16. 1957 Porsche Speedster
17. 1961 Mercedes 300 SL Roadster
18. 1973 Porsche 911
Alla guida di una Jaguar XK120 M del 1952, John Houghtaling e il suo navigatore Franco Valobra hanno fatto il loro ingresso sul territorio italiano, a Villa Firenze, come vincitori, aggiudicandosi la vittoria alla fine delle venti prove cronometrate. Le squadre partecipanti hanno celebrato il primo 1000 Miglia Warm Up USA con una speciale cerimonia di premiazione ospitata dall’Ambasciatore d’Italia, Armando Varricchio, nella sua residenza di Washington DC.
«È un grande onore celebrare questa importante occasione insieme all’Ambasciatore italiano», ha dichiarato Franco Gussalli Beretta, Presidente di 1000 Miglia srl. «La 1000 Miglia rappresenta tutto quello che è iconico in Italia, la sua storia, le tradizioni, l’eleganza e la passione automobilistica.
Con programmi come il 1000 Miglia Warm Up USA intendiamo condividere il nostro evento spettacolare con appassionati ed entusiasti in tutto il mondo».
Nel corso della cerimonia di premiazione, l’Ambasciatore ha ricordato come: «ll primo Warm Up USA sia l’inizio dell’avventura americana per 1000 Miglia. Un’avventura che darà ulteriore lustro all’immagine e alla reputazione del nostro Paese negli USA».
L’evento inaugurale rappresenta proprio l’inizio delle future attività negli Stati Uniti e arriva esattamente a 90 anni da quando le prime auto americane, una Chrysler Model 72 e una Cadillac LaSalle, parteciparono alla 1000 Miglia nel 1928. Fondata a Brescia nel 1927, la 1000 Miglia ha un DNA composto da storia, bellezza, precisione e comunità. Il 1000 Miglia Warm Up USA ha rispecchiato l’immagine della quasi centenaria corsa celebrando per la primissima volta la gara di regolarità con nuovo pubblico e in un nuovo Paese.
«La 1000 Miglia parla di auto classiche, di storia e bellezza e, soprattutto, di persone», ha dichiarato Mark Gessler, Presidente di HVA. «È per noi un grande privilegio condividere il patrimonio automobilistico della 1000 Miglia, insieme alla sua grande passione e al suo spirito con il popolo degli Stati Uniti».
Informazioni su Historic Vehicle Association:
HVA si dedica alla conservazione e alla condivisione del patrimonio automobilistico americano. Nel 2014, HVA ha istituito il National Historic Vehicle Register in collaborazione con il Dipartimento degli Interni degli Stati Uniti, i Programmi di Documentazione del Patrimonio e la Library of Congress, per documentare le automobili storicamente significative nella storia americana. HVA è supportata da oltre 400.000 singoli proprietari di veicolistorici,stakeholders,società e benefattori.
Per maggiori dettagli: www.historicvehicle.org
vivicentro.it

Una ‘1000 Miglia’ a stelle e strisce

1000-migliaFotografia: Una Ferrari 250 GT Boano del 56 (Radoslaw Lecyk / Shutterstock.com)

La 1000 Miglia sbarca a Washington con una parata di 15 auto d’epoca. L’evento avrà luogo dal 25 al 28 ottobre e sarà organizzato in collaborazione con la Historic Vehicle Association e l’Ambasciata d’Italia.

Al via, auto d’epoca degli anni 1927-1957, tra cui una Alfa Romeo 6c 1500ss del 1928 e una Ferrari 250 GT Boano del 1956. La prima gara Warm Up Usa 2018 si svolgerà nella capitale americana. Il traguardo e la cerimonia di premiazione, sarà a Villa Firenze, residenza dell’ambasciatore italiano in Usa Armando Varricchio.

Per quanto riguarda l’edizione italiana della storica corsa, il 23 ottobre saranno aperte le iscrizioni all’edizione 2019, in programma dal 15 al 18 maggio.

Le città che diventeranno sfondo e protagoniste della 1000 Miglia saranno, nel primo giorno, Desenzano, Brescia, Sirmione, Valeggio sul Mincio (con l’attraversamento del suggestivo Parco Giardino Sigurtà), Mantova, Ferrara, Comacchio e Ravenna, per arrivare poi in serata a Cervia-Milano Marittima.

Alle prime luci dell’alba di giovedì 16 maggio, la carovana raggiungerà Cesenatico e proseguirà per Senigallia, Fabriano e Assisi, fino a raggiungere la Capitale, alle luci del tramonto in un contesto di grande impatto scenico ed emotivo.

Venerdì 17 maggio comincerà la risalita, attraverso i paesaggi mozzafiato di Viterbo, Siena, Vinci e Pistoia, e che si concluderà nel cuore dell’Emilia, terra di motori, facendo tappa a Bologna.

L’ultima tratta di sabato 18 maggio passerà per Modena, Parma, Montichiari, Travagliato, per concludersi, con il suo ingresso trionfale a Brescia, per la tradizionale passerella in Viale Venezia.

www.maximitalia.it

1000 Miglia 2019: programma e novità della Freccia Rossa

Le iscrizioni alla 1000 Miglia 2019 si apriranno il 23 ottobre e il programma sarà come sempre ricco e interessante.

1000-miglia-2019-3

A Brescia non si perde tempo ed è stata già presentata la 1000 Miglia 2019, che andrà in scena dal 15 al 18 maggio del prossimo anno, con iscrizioni a partire dal 23 ottobre 2018. Protagoniste dell’evento saranno 430 auto d’eccezione, impegnate su un itinerario con partenza e arrivo nella città lombarda.

Si profila un altro appuntamento ricco di emozioni, in una tela preziosa e di alto valore storico, che celebra i fasti di una delle gare automobilistiche più celebri e difficili al mondo.

Oggi quell’evento agonistico viene ricordato con una manifestazione rievocativa di altissimo lignaggio, che richiama tante auto d’epoca legate al suo mito, per la gioia del pubblico presente lungo il percorso, che abbraccia con affetto il passaggio dei concorrenti.

1000 Miglia 2015 – Abbiamo vinto il Mercedes Tribute conquistando la Mille Miglia 2015 riservata alle vetture moderne: ecco com’è andata e le foto da tutta Italia.

La Freccia Rossa continua a rinnovare la sua magia, in un mix di atmosfere senza paragoni, dove gli aspetti competitivi delle prove di regolarità si legano a quelli turistici, offrendo una ricetta in cui si compie la sintesi ideale tra passione, lusso e cultura.

Tutto questo in un quadro espressivo dal sapore unico. Difficile esprimere le sensazioni connesse ad un evento che appartiene al patrimonio storico e sportivo dell’Italia. Solo vivendolo, da concorrenti o come pubblico, si può avere il termometro reale della situazione.

 

1000 Miglia 2019: nuovo consiglio di amministrazione

1000-miglia-2019-1

Del nuovo CDA 1000 Miglia srl fanno ora parte tre nuovi membri: Alice Mangiavini, Maurizio Arrivabene (Team Principal della Scuderia Ferrari) e Matteo Marzotto, a fianco del Presidente Franco Gussalli Beretta e dell’amministratore delegato Alberto Piantoni.

 

1000 Miglia 2019: programma dell’evento

1000-miglia-2019-2

Le città che diventeranno sfondo e protagoniste della 1000 Miglia 2019 saranno, nel primo giorno, Desenzano, Brescia, Sirmione, Valeggio sul Mincio (con l’attraversamento del suggestivo Parco Giardino Sigurtà), Mantova, Ferrara, Comacchio, Ravenna e poi in serata Cervia-Milano Marittima.

Alle prime luci dell’alba di giovedì 16 maggio, la carovana raggiungerà Cesenatico e proseguirà per Senigallia, Fabriano e Assisi, fino a toccare Roma alle luci del tramonto, in un contesto di grande impatto scenico ed emotivo.

Venerdì 17 maggio comincerà la risalita, attraverso i paesaggi mozzafiato di Viterbo, Siena, Vinci e Pistoia, fino alla conclusione nel cuore dell’Emilia Romagna, terra di motori, con la tappa a Bologna.

L’ultima tappa di sabato 18 maggio passerà per Modena, Parma, Montichiari, Travagliato, per finire, con il suo ingresso trionfale a Brescia, scenario della tradizionale passerella in Viale Venezia.

Le iscrizioni alla rievocazione turistica della “corsa più bella del mondo” sono riservate a tutti i modelli di auto d’epoca di cui almeno un esemplare sia stato iscritto alla 1000 Miglia di velocità (1927-1947). Sul sito ufficiale è disponibile l’elenco delle vetture candidabili. Per poter essere selezionate, le auto dovranno disporre di almeno uno di questi documenti: Fiche ACI-CSAI, Htp FIA o ID FIVA.

www.autoblog.it

1000 Miglia 2019: iscrizioni aperte dal 23 ottobre

La Freccia Rossa giunge alla sua 37a rievocazione storica: iscrizioni aperte dal 23 ottobre per 430 veicoli

mille-miglia-edizione-2019-2

L’edizione 2019 della 1000 Miglia è stata presentata ieri a Brescia. La Freccia Rossa, giunta alla sua 37a rievocazione, partirà mercoledì 15 maggio 2019, accendendo l’entusiasmo dei tanti appassionati che affolleranno le strade italiane per assistere al passaggio di una competizione entrata nella leggenda. La 1000 Miglia farà tappa a Cervia-Milano Marittima, a Roma e poi a Bologna, per concludersi il 18 maggio a Brescia, lì dove tutto ha avuto inizio.

Dinamismo, bellezza, sofisticatezza, innovazione, tradizione e passione costituiscono la formula dell’edizione contemporanea della manifestazione. La 1000 Miglia però è anche esaltazione del genuino spirito della competizione, una sfida costante di prestazione, eccellenza, unicità ed eleganza. Una formula capace di affascinare un pubblico eterogeneo con diverse generazioni, nazionalità e culture che si incrociano per le strade dello Stivale in occasione del passaggio della Freccia Rossa, in uno spirito di perfetta condivisione con i piloti alla ricerca di quel brivido, degli odori e delle emozioni che soltanto questa classica sa fornire.
Le novità dell’edizione 2019

L’edizione 2019 vedrà protagonisti 430 esemplari, vetture d’eccezione testimonianze della storia del design e dell’automobile. Ci saranno dunque 20 vetture in meno rispetto al passato, una scelta frutto della volontà di rendere la gara sempre più sicura e rispettosa delle regole del fair-play e dell’immpatto ambientale. Le iscrizioni per partecipare alla “corsa più bella del mondo” saranno aperte da martedì 23 ottobre 2018 sul sito www.1000miglia.it.

www.today.it

Cesenatico scelta come tappa delle Mille Miglia 2019

percorsoL’annuncio ieri (martedì 9 ottobre) a Brescia nel Palazzo della Loggia alla conferenza stampa durante la quale è stato annunciato il nuovo consiglio di amministrazione di Mille Miglia del quale entrano a far parte Matteo Marzotto e Maurizio Arrivabene ex managing Director della scuderia Ferrari.

Mille Miglia è un patrimonio italiano un’occasione straordinaria di fare mostra al mondo della assoluta bellezza del nostro Paese e delle sue eccellenze. Un brand che fa dell’eleganza e della qualità i sui tratti distintivi e che ha trovato nella nostra località pieno riscontro e soddisfazione.

Un onore per Cesenatico rientrare tra le tappe della manifestazione. Alle prime luci dell’alba di giovedì 16 maggio, la carovana raggiungerà Cesenatico e proseguirà per Senigallia, Fabriano e Assisi, fino a raggiungere la Capitale. La manifestazione partirà mercoledì 15 maggio da Brescia e in serata raggiungerà la località di Cervia-Milano Marittima.

“Cesenatico entrando nel circuito della 1000 Miglia raggiunge un grande risultato – commenta soddisfatto il sindaco Matteo Gozzoli – abbiamo, infatti, l’occasione unica di far conoscere a tutto il mondo il nostro porto leonardesco e in generale il territorio e le nostre tradizioni. Consideriamo, infatti, che la 1000 Miglia nei prossimi mesi terrà eventi promozionali in USA e Giappone sarà una bella vetrina per mettere in mostra Cesenatico e sarà l’occasione per unire due grandi tradizioni italiane l’automobilismo e il ciclismo che proprio in quella settimana vede protagonista la granfondo Nove Colli”.

www.livingcesenatico.it

Apre il Registro 1000 Miglia per le vetture protagoniste delle edizioni storiche

Dal 19 settembre 2018, sono aperte le iscrizioni al Registro 1000 Miglia, il progetto fortemente voluto da 1000 Miglia Srl e Automobile Club Brescia riservato alle vetture costruite prima del 31 dicembre 1957.

Il Registro, nato per censire, classificare e certificare le vetture protagoniste delle ventiquattro edizioni della 1000 Miglia di velocità disputate dal 1927 al 1957, si avvale della stretta collaborazione di ACI Storico, ACI Sport e FIVA, la Fédération Internationale des Véhicules Anciens, i sodalizi che a livello italiano e internazionale sovrintendono alla certificazione delle automobili che prendono parte alle manifestazioni storiche.
Sono due gli archivi istituiti sotto l’egida Registro 1000 Miglia: Participant Car 1000 Miglia 1927/1957, ente certificatore della partecipazione del singolo esemplare ad almeno una 1000 Miglia dal 1927 al 1957, ed Eligible Car 1000 Miglia che attesta l’eleggibilità del modello.

Nel dettaglio, le vetture iscritte come “Participant” potranno ottenere i seguenti certificati: 1000 Miglia participant, per singoli esemplari di vetture iscritte tra il 1927 e il 1957; 1000 Miglia class winner, per i singoli esemplari di vetture che ottennero una vittoria di Classe tra il 1927 e il 1957; 1000 Miglia overall winner, per i singoli esemplari di vetture che ottennero una vittoria assoluta tra il 1927 e il 1957. Le vetture che iscritte come “Eligible”, appartenenti a modelli che furono iscritti alla corsa dal 1927 al 1957, riceveranno un certificato 1000 Miglia eligible model.

I certificati rilasciati si avvarranno della tecnologia Blockchain, in grado di garantire e certificare la storia completa di tutti i dati e di tutte le operazioni collegate all’emissione di ciascun documento.

Sono iscrivibili al Registro 1000 Miglia esclusivamente i veicoli d’epoca che possiedano i seguenti requisiti:
Veicolo in condizioni originali, oppure veicolo restaurato rispettando la configurazione originale, oppure veicolo con modifiche documentate ed apportate in periodo d’uso. 1000 Miglia S.r.l.
Società soggetta a direzione e coordinamento Automobile Club di Brescia ai sensi dell’art. 2497 Bis C.C. Via Enzo Ferrari, 4/6, 25134 Brescia, Italia P. IVA e C.F. 03440020984 – REA 534270
PEC 1000miglia@legalmail.it, info@1000miglia.it, www.1000miglia.it

Sono ammessi accessori dell’epoca; le trasformazioni dell’epoca saranno accettate se documentate.

Per ottenere l’iscrizione al Registro 1000 Miglia, tutte le automobili dovranno essere in possesso della Identity Card FIVA e di Fiche ACI Storico che possono comunque essere richieste al momento dell’iscrizione.

«Non posso che manifestare la soddisfazione per un’iniziativa che, per la prima volta, vede coinvolte cinque diverse entità che rappresentano l’eccellenza e la massima espressione, nei loro differenti ruoli, nel mondo dell’automobilismo classico e storico – afferma Alberto Piantoni, Amministratore Delegato di 1000 Miglia Srl -. I soggetti che hanno un ruolo attivo nel Registro, pur con diverse funzioni, sono dunque: Automobile Club di Brescia, 1000 Miglia Srl, ACI Storico, ACI Sport e FIVA, Fédération Internationale des Véhicules Anciens. Vedere uniti tutti questi nomi è per noi autentico motivo d’orgoglio.»

«Attraverso il Registro 1000 Miglia, avremo la possibilità di completare l’elenco dei modelli che presero parte alla corsa dal 1927 al 1957 – sostiene Paolo Mazzetti, Presidente del Comitato di Gestione – determinando con precisione le caratteristiche di quegli esemplari che furono allestiti da artigiani e piccoli costruttori, che negli Ordini di Partenza dell’epoca appaiono solo con il nome del fabbricante della meccanica.»

www.umbriaecultura.it

La 1000 Miglia sbarca in California

C_29_articolo_1233613_upiImgPrincipaleOriz L’occasione per incontrare i tanti fans americani della 1000 Miglia è stata anche quest’anno la straordinaria kermesse motoristica che si svolge ad agosto nella penisola di Monterey, da Laguna Seca, dove si disputano le competizioni in pista, a Carmel Valley e Pebble Beach, dove si tengono vari, famosissimi, concorsi per vetture d’epoca.

La settimana della 1000 Miglia in California ha preso il via al “Concourse on the Avenue” di Carmel by the Sea, dove 1000 Miglia Srl ha deciso di assegnare un premio, denominato “The Spirit of 1000 Miglia”: ad aggiudicarselo è stata un’Alfa Romeo 1900 Super Sport del 1957, nella rara versione carrozzata a Milano da Zagato, caratterizzata dalla “doppia gobba” sul tetto.

A rappresentare la corsa bresciana sulla celebre Ocean Avenue di Carmel-by-the-Sea è stata Francesca Parolin, direttore generale di 1000 Miglia srl, che ha premiato la rossa coupé del Biscione, poiché i concorsi d’eleganza sono l’unica competizione dove a vincere è solo la vettura, non il pilota.

Tra le varie rassegne che in questo periodo dell’anno celebrano in California il meglio del design e dell’ingegneria automobilistica, nell’ultimo decennio è andato affermandosi tra i più blasonati “The Quail, a Motorsports Gathering”. Anche in questo caso, è stato assegnato un premio alla vettura che meglio interpretava “The Spirit of 1000 Miglia”.

Le vetture candidate erano parecchie ma la scelta non poteva ricadere che su un’esemplare straordinario: la Ferrari 340 America berlinetta Vignale, vincitrice della 1000 Miglia del 1951 con l’equipaggio Villoresi/Cassani, vettura ufficiale della Scuderia Ferrari. Da diversi anni, questo gioiello è di proprietà del pilota e collezionista americano Jack Croul.

A premiarla sono stati Alberto Piantoni, AD di 1000 Miglia Srl, e Mark Gessler, presidente della HVA, Historic Vehicle Association, l’associazione di appassionati statunitensi che ha stretto un proficuo rapporto di collaborazione con la Freccia Rossa.

A “The Quail”, 1000 Miglia Srl ha pure aperto una lounge che ha ospitato una decina di vetture d’epoca: lo spazio dedicato alla Freccia Rossa si è subito trasformato in un salotto dove, come in tutti gli altri incontri avvenuti in California, appassionati e collezionisti di oltreoceano hanno chiesto e ricevuto informazioni riguardo le prossime attività del sodalizio bresciano, dall’edizione della 1000 Miglia 2019 all’imminente apertura del Registro 1000 Miglia.

Proseguendo con l’inossidabile motto che recita che “la 1000 Miglia rappresenta una violenta conquista del futuro”, uno spazio è stato dedicato alla Immersive Experience: grazie ai visori Oculus Go, i visitatori potevano vivere pressoché dal vivo la 1000 Miglia, vedendo a 360 gradi il territorio, la corsa in mezzo agli spettatori o a bordo dell’auto, semplicemente girando su se stessi e comandando il tutto con il movimento degli occhi.

La 1000 Miglia a 360° ha avuto così grande successo che tutti i visitatori, grandi e piccini, hanno fatto la fila per provare questa entusiasmate esperienza. Nonostante l’anteprima sia avvenuta negli States, Immersive Experience è stato realizzato in Italia e sarà presto disponibile pure da noi.

www.sportmediaset.mediaset.it

Mille Miglia 2018, tre Alfa Romeo sul podio. Vincono gli argentini Tonconogy e Ruffini

La casa di Arese festeggia i 90 anni dalla vittoria della sua prima Mille Miglia nel 1928.

LaStampa.itL’arrivo in viale Venezia a Brescia dei vincitori della Mille Miglia 2018, gli argentini Juan Tonconogy e Barbara Ruffini su Alfa Romeo 6C 1500 GS Testa Fissa del 1933

Non una, ma ben tre Alfa Romeo sul podio della Mille Miglia 2018, che si è conclusa oggi pomeriggio a Brescia, dove era partita nella giornata di mercoledì. Juan Tonconogy e la moglie Barbara Ruffini sono i vincitori dell’edizione 2018 della celebre rievocazione storica, a bordo di un’Alfa Romeo 6C 1500 GS “Testa Fissa” del 1933: per l’argentino Tonconogy si tratta del terzo successo alla Mille Miglia.

LaStampaVincitori.itI vincitori Juan Tonconogy e Barbara Ruffini

Al secondo posto Giovanni Moceri e Daniele Bonetti su Alfa Romeo 65 1500 SS del 1928 , mentre salgono sul terzo gradino del podio i vincitori delle Mille Miglia 2016 e 2017, Andrea Vesco e Andrea Guerini, su Alfa Romeo 6 C 1750 Zagato del 1929. Con l’arrivo delle ultime auto in gara, questa sera Brescia si prepara alla notte bianca, chiamata “1000 Miglia The Night”, che animerà il centro città con vari eventi fra cui, alle 22,30, in piazza della Loggia, il concerto della cantante Annalisa.

Foto1La 65 1500 SS del Museo storico Alfa Romeo, guidata da Moceri e Bonetti, questa mattina in piazza Duomo a Milano

Il “museo viaggiante” composto da 450 automobili ha percorso nei quattro giorni di gara più di 1.700 km sul tracciato Brescia-Roma-Brescia e questa mattina per la prima volta è passato anche da piazza Duomo a Milano. Alla rievocazione storica possono partecipare tutti i modelli che hanno corso nelle 24 Mille Miglia disputate fra il 1927 e il 1957, anno in cui la “Freccia rossa” fu interrotta perché troppo pericolosa. Oggi la Mille Miglia è una gara di regolarità e non più di velocità.

foto2terzi classificati festeggiano all’arrivo

La triplice vittoria Alfa Romeo è accolta con gioia dalla casa automobilistica perché tira la volata alla celebrazione dei 90 anni dalla prima vittoria Alfa nella Mille Miglia del 1928. Il marchio italiano, peraltro, ha portato a casa 11 vittorie su 24 edizioni della gara storica. Per festeggiare, Alfa Romeo ha creato il progetto fotografico in 90 immagini “Alfa Romeo: la Mille Miglia in 90 luoghi”.

http://www.lastampa.it

1000 Miglia, vince la coppia Tonconogy Ruffini

Sabato l’arrivo della carovana della Freccia Rossa. La squadra argentina ha sbaragliato la concorrenza. Secondi Moceri e Bonetti. Terzi Vesco e Guerini.

Primo-posto-First-place-696x463

(red.) Juan Tonconogy e Barbara Ruffini sono i campioni della 1000 Miglia 2018. L’equipaggio argentino, numero 85, a bordo dell’Alfa Romeo 6C 1500 GS “Testa Fissa” del 1933, ha sbaragliato la concorrenza tagliando, nel pomeriggio di sabato 19 maggio, il traguardo di Viale Venezia a Brescia con un attivo di 74108 punti.

In seconda posizione si piazzano Giovanni Moceri e Daniele Bonetti sull’Alfa Romeo 65 1500 SS del 1928 con 73714 punti. Al terzo posto i campioni uscenti bresciani Andrea Vesco e Andrea Guerini, a bordo dell’Alfa Romeo 6C 1750 Zagato del 1929 con 73327 punti.
Per la coppia Tonconogy-Ruffini si tratta della terza vittoria della “corsa più bella del mondo”, dopo i successi conquistati nel 2013 e nel 2015.