Mille Miglia 2017: percorso completo | tutte le tappe

BRESCIA. Sale la febbre per la corsa d’auto d’epoca più celebre di tutti i tempi, al via giovedì 18 maggio da Viale Venezia. Boom d’iscrizioni e tante novità per la 35esima rievocazione, dal logo e alle prove cronometrate.

Mille Miglia 2017: grande festa
a Brescia con la Notte Bianca
(http://www.bresciatoday.it/eventi/notte-bianca-mille-miglia-20-maggio-2017.html)

Come da tradizione, i 440 bolidi d’epoca che prenderanno parte alla Freccia Rossa approderanno in città una settimana prima del Gran Premio di Monaco di Formula Uno.

Martedì 16 maggio l’antipasto nel cuore più antico di Brescia per il trofeo dedicato a Roberto Gaburri (gara di regolarità con partenza da piazza Arnaldo e arrivo all’ombra del Capitolium); giovedì 18 maggio, dopo le operazioni di punzonatura alla Fiera di Brescia e in piazza Vittoria, la partenza ufficiale.

Tutte le info:

„Il percorso cittadino – Brescia“

„Il percorso completo – Italia“

„Il programma completo – Tutti gli orari“

http://www.bresciatoday.it

Mille Miglia 2017: in regalo il Magazine con la Gazzetta

Mercoledì in edicola allegato in omaggio con il nostro giornale un imperdibile Magazine di 46 pagine sulla “Corsa più bella che c’è”. Intervista a Mika Hakkinen, foto spettacolari e aneddoti per conoscere meglio un appuntamento motoristico dal fascino immutabile

15 maggio 2017 – Milano

È un appuntamento imperdibile per gli amanti dei motori: mercoledì in edicola con la Gazzetta dello Sport in regalo il Magazine sulla Mille Miglia 2017 che il giorno dopo partirà da Brescia. L’allegato è assolutamente gratuito e nelle 46 pagine non mancheranno contenuti tutti da gustare, a cominciare dalla storia di copertina, un’intervista esclusiva al due volte iridato di F.1 Mika Hakkinen che è stato tra i protagonisti.

INNO — Il Magazine ripercorre le edizioni passate del celebre raid che è anche un inno alla bellezza dell’Italia, attraversata da modelli di auto sempre affascinanti. Non mancheranno le testimonianze di chi vi partecipa o ha partecipato, da Martina Stella, a Prisca Taruffi, a Stefano Marzotto e Alex Zanardi. C’è poi l’intervento di Giorgetto Giugiaro, designer di successo e un viaggio nel gusto e nei motori, le due passioni di Antonio Santini. Questo e molto altro nel Magazine in edicola mercoledì 17 maggio in allegato gratuito alla Gazzetta dello Sport.

Gasport

Sotto gli occhi del mondo: la settimana della Mille Miglia

concorrenti hanno al seguito accompagnatori, media, profili sui social dai quali rilanceranno l’immagine di Brescia: il bello (moltissimo) e il brutto che troveranno

di Massimo Tedeschi

Lapresse

Questa settimana Brescia sarà sotto gli occhi del mondo. È bene ricordarselo. È utile ripeterlo. Mille Miglia, per l’edizione del 90esimo, porterà a Brescia 440 equipaggi (e relativo seguito) da 36 Paesi. I partecipanti italiani sono maggioranza relativa (26% del totale) seguiti da nutrite pattuglie di olandesi (104), tedeschi e britannici (69). I concorrenti hanno al seguito accompagnatori, media, profili sui social dai quali rilanceranno l’immagine di Brescia: il bello (moltissimo) e il brutto (speriamo poco) che troveranno, i segni di accoglienza e quelli di inospitalità, gli scorci memorabili e gli episodi disdicevoli. Non basterà stendere tappeti rossi alle troupe televisive: oggi via social ognuno è inviato, testimonial, embedded nella Leonessa. C’è un volume d’affari imponente mobilitato, ma c’è un capitale reputazionale ancora più ingente messo in gioco. Le stime assegnavano due anni fa a Mille Miglia srl (che organizza e gestisce la corsa) un capitale di 28 milioni di euro a cui va aggiunto il valore del marchio pari a 15,3 milioni: un patrimonio dell’Aci Brescia, un «tesoretto» della città. Tutto ciò cresce se la città sa offrire di sé un’immagine accogliente, moderna, europea. La concomitanza con la mostra delle opere di Paladino dovrebbe aiutare. Le iniziative collaterali – dal Conservatorio al Moca – indicano scelte di qualità. Ma certo si potrebbe fare di più: la Mille Miglia potrebbe essere l’occasione per dimostrare che la Leonessa resta terra di automotive mettendo in mostra prodotti d’avanguardia, siano essi di brevettazione universitaria o di produzione industriale. Senza contare gli eventi spettacolari che potrebbero esaltare i palcoscenici della città. Una predisposizione generale e trasversale all’accoglienza potrebbe poi moltiplicare l’effetto-Mille Miglia. Questa attitudine fa capo a tutti: privati cittadini e pubblici ufficiali. Sulla corsa pende la minaccia di sciopero dei dipendenti comunali (dunque dei vigili urbani) che, se attuata, metterebbe la città nel caos. Senza entrare nel merito della vertenza, e confidando nella ragionevolezza di tutti gli attori, siamo sicuri che nei prossimi giorni Brescia offrirà il meglio di sé. Ai dipendenti comunali, vigili in primis , un messaggio: il giorno in cui metteranno in cima alle proprie richieste corsi intensivi di lingue straniere per essere pronti ad accogliere il mondo a Brescia, ebbene allora le loro rivendicazioni avranno tutta la nostra comprensione. Di più: avranno l’appoggio di tutta la città.

http://brescia.corriere.it/ mtedeschi58@gmail.com

«Mille Miglia», la penisola si è vestita di rosso

Il castello di Sirmione imbandierato in rosso Mille Miglia

Gli stendardi rossi danno già un profilo inconsueto e spettacolare al castello scaligero di Sirmione: il programma ha previsto di tappezzarlo di bandiere colorate per accogliere la carovana della «Mille Miglia» in arrivo giovedì pomeriggio nella cittadina. Sarà solo una delle iniziative che faranno da cornice al passaggio della Freccia Rossa presentate ieri a Palazzo Callas.

Da sempre il transito delle auto storiche rappresenta una vetrina per la penisola, che anche per questa edizione della gara metterà in mostra il meglio di sé. «Tra la Mille Miglia e Sirmione – ha ricordato il sindaco Alessandro Mattinzoli – c’è da sempre un feeling particolare. Si respira già aria di festa e la bellezza delle auto storiche si sposa con quella dei territori che attraversa».

Sirmione è mancata all’appello solo una volta nel 1940. Ma veniamo agli eventi. (…)

http://www.bresciaoggi.it

Mille Miglia the night»: tra street food e fuochi d’artificio

La Mille Miglia in formato «extra large» è servita. Nell’attesa che i motori delle auto storiche si mettano a rombare da Brescia a Roma e ritorno (partenza giovedì 18 nel primo pomeriggio e ritorno domenica 21 intorno all’ora di pranzo) il Comune, insieme a diversi partner, ha organizzato la «Mille Miglia the night», una notte bianca in programma sabato 20 maggio in tutto il centro storico, dalle 20 sino a mezzanotte, quando i fuochi d’artificio illumineranno il Castello.

«Piantina». Ogni piazza avrà un suo appuntamento: in Loggia il concerto di Samuele Bersani, in Duomo il teatro di Kataklò, in Arnaldo la musica live con i migliori dj di Brescia e la guest star Andrea Casta col suo violino, in collaborazione con radio Bresciasette che sarà in diretta.

Tutti i musei cittadini saranno aperti, così come i negozi, mentre i principali monumenti saranno illuminati di rosso, a richiamare il colore simbolo della Mille Miglia. E per soddisfare i palati, in piazza Duomo ci sarà lo street food, mentre nei ristoranti sarà preparato uno speciale menù con prodotti tipici in collaborazione con East Lombardy.

L’occasione da cogliere al volo è la presenza, in piazza Vittoria ma non solo, delle sculture di Paladino, che – ne sono certi gli organizzatori – finiranno in migliaia di foto sui social network di mezzo mondo (anche il noto fotografo Ferdinando Scianna sarà a Brescia per immortalare Paladino durate la Mille Miglia).
Infine, in tre punti particolari, gli studenti del Cfp Lonati racconteranno la città ai turisti. Tra le novità della Freccia Rossa, poi, la premiazione non più al teatro Grande, ma direttamente in piazza Loggia domenica 21 alle 18.30.

Metro «più lunga». Per la notte bianca la metropolitana avrà orario prolungato sino alle 2 e il centro storico diverrà una grande piazza pedonale, con modifiche alla viabilità e ai trasporti.
«Invito i bresciani a vivere la città in modo emozionale, perché dobbiamo essere orgogliosi di questo nostro brand internazionale», è la conclusione del primo cittadino.

www.giornaledibrescia.it

Mille Miglia 2017: si scaldano i motori per la Freccia Rossa

I vincitori dell’edizione 2016 su Alfa Romeo 6C 1750 GS Zagato

Brescia comincia ad animarsi per la Mille Miglia, lo straordinario evento che per quattro giorni porterà sulle strade di mezza Italia alcune delle più belle automobili di sempre. Giovedì 18 maggio, infatti, dalla tradizionale pedana di viale Venezia, nel centro storico della città, 440 automobili costruite tra il 1927 e il 1957 prenderanno il via della 35esima edizione rievocativa della gara, nell’anno del 90° anniversario della prima edizione (e del 60° dell’ultima). Fino a domenica 21, oltre 200 comuni di sette regioni italiane saranno attraversati dalla carovana della Freccia Rossa sul classico percorso Brescia-Roma-Brescia.

Più competizione. L’edizione 2017 della gara di regolarità porta con sé una serie di novità, innanzitutto a livello sportivo. Le prove cronometrate (tratti da percorrere nel tempo stabilito, con precisione al centesimo di secondo), infatti, salgono a 112. A queste si aggiungono 18 rilevamenti orari e 7 prove a media imposta (nei quali i concorrenti conoscono l’inizio e il termine del tratto, ma non dove verrà rilevato il loro tempo; il segreto è mantenere la media di velocità con accurata precisione). In totale, quindi, saranno ben 130 settori a cronometro che renderanno la gara molto impegnativa per i concorrenti.

Prove in piazza. Per la prima volta, inoltre, verranno organizzate alcune prove-spettacolo nelle piazze di Verona, Castelfranco Veneto (TV), Ferrara, Pistoia, Busseto (PR) e Canneto sull’Oglio (MN). Un mega-schermo visualizzerà in tempo reale i tempi dei passaggi cronometrati, così da permettere al pubblico di comprendere meglio il complesso funzionamento delle gare di regolarità. Infine, all’aeroporto militare di Ghedi, sede del 6° Stormo dell’Aeronautica Militare, si terranno le ultime prove, decisive per la classifica finale.

Programma, percorso e orari. Il tracciato presenta una serie di differenze rispetto al 2016. Quest’anno la Mille Miglia toccherà molte città del Veneto, trascurerà la costa romagnola e passerà per numerose località dell’Umbria e dell’Alto Lazio. Ripartendo da Roma, invece, il roadbook non prevede il passaggio per Firenze, Bologna e per gli storici valichi della Futa e della Raticosa, in favore dell’Abetone.

I Tributi Ferrari e Mercedes. Oltre alle vetture d’epoca, a fare da cornice alla gara ci saranno il Ferrari Tribute to Mille Miglia e il Mercedes-Benz Mille Miglia Challenge. A esclusione della partenza, (da Desenzano del Garda, nella giornata di giovedì 18, dalle 13.45) e dell’arrivo della prima tappa (Ferrara, dalle ore 21), il loro percorso sarà il medesimo.

Martedì 16 maggio. Verifiche tecniche e sportive (dalle 12 alle 20) alla Fiera di Brescia. In serata, dalle 19.30 alle 21, si terrà l’ormai tradizionale Trofeo Gaburri (parteciperanno un centinaio di automobili) per le strade del centro storico della città.

Mercoledì 17 maggio. Dalle 9 alle 20, si terranno le verifiche tecnico-sportive, mentre dalle 15 comincerà il rito della punzonatura in piazza della Vittoria, a Brescia.

Giovedì 18 maggio, prima tappa. La mattinata sarà dedicata alle ultime verifiche e alla punzonatura. Alle 14.30 partirà la prima vettura. Dopo i classici passaggi sul Lago di Garda si proseguirà verso Verona, Vicenza, Cittadella e Asolo. Da qui, inizierà la discesa verso Sud toccando Castelfranco Veneto, con arrivo a Padova (dalle 21.30), dove si concluderà la prima tappa.

Venerdì 19 maggio, seconda tappa. Alle ore 6.30, la prima vettura partirà alla volta di Roma. I partecipanti transiteranno per Ferrara, Ravenna e sconfineranno con il tradizionale passaggio nella Repubblica di San Marino, dove è prevista una breve sosta per il pranzo. Quindi la carovana proseguirà per Urbino (e la suggestiva Gola del Furlo), Gubbio, Perugia e Terni. In serata, intorno alle 21.40, è previsto l’inizio degli arrivi a Roma con passerella in via Veneto.

Sabato 20 maggio, terza tappa. Dalle 7, inizierà la risalita verso Brescia. Il percorso si snoderà lungo le strade del Lazio e della Toscana, lungo la via Cassia, passando per Ronciglione, Viterbo, Radicofani, Siena (con l’immancabile transito in piazza del Campo) e Monteriggioni (dove gli equipaggi si fermeranno per il pranzo). Nel pomeriggio, le macchine passeranno per Montecatini Terme, Pistoia e, attraverso il Passo dell’Abetone, di nuovo sulla Pianura Padana a Modena, Reggio Emilia e, infine, a Parma, dove l’arrivo della prima macchina è previsto per le 21.15 in piazza Duomo.

Domenica 21 maggio, tappa finale. La gara vivrà le ultime fasi la mattina di domenica 21: partenza da Parma dalle 7.30 con passaggio per Busseto, Cremona, Canneto sull’Oglio, Mantova, Guidizzolo (teatro del tragico incidente di De Portago, nell’edizione del ’57 e che portò alla cancellazione della gara di velocità), Montichiari, Ghedi, Rovato, Ospitaletto e, dalle 14.40, arrivo a Brescia.

http://www.quattroruote.it Alvise Marco Seno

Scatti in bianco e nero della Mille Miglia storica

Mille Miglia, una delle foto storiche custodite dalla Fondazione Negri e ora in mostra al Museo della Fotografia – © www.giornaledibrescia.it

Museo Nazionale della Fotografia e Fondazione Negri inaugurano sabato 13 maggio alle 17 la mostra 1000 Miglia 1927-1938 con una quarantina di foto tratte dalle immagini dell’archivio della fondazione.

L’allestimento, ospitato nella sala di Contrada del Carmine 2/f, in città, è visitabile fino al 4 giugno martedì, mercoledì e giovedì dalle 9 alle 12 e il sabato e la domenica dalle 16 alle 19 con ingresso libero.

Redazione www.giornaledibrescia.it

La Mille Miglia compie 90 anni, sfilata a Roma per 450 meravigliose signore d’epoca

ROMA – Conto alla rovescia per la Mille Miglia. La gara di regolarità di auto d’epoca più importante al mondo, che quest’anno celebra il suo 90/mo anniversario, partirà il 18 maggio, per concludersi il 21. E nel tradizionale percorso “Brescia-Roma-Brescia” farà tappa nella Capitale dal 19 al 20, con la classica «Freccia Rossa» delle 450 gloriose auto costruite dal 1927 al 1957 che quest’anno parteciperanno alla corsa. Prima tappa romana della Mille Miglia sarà Villa Borghese, che per un giorno sarà una delle più belle cornici della storica corsa con il controllo orario della fine della seconda tappa.

Poi sarà la volta del suggestivo passaggio sulla passerella di Via Veneto e il tour tra alcuni dei più celebri scorci dell’Urbe. «Solo la parola Mille Miglia mi emoziona – spiega Angelo Sticchi Damiani, presidente dell’Automobile Club d’Italia (Aci) – una gara che ha un’importanza a livello mondiale» e «che fa riscoprire la bellezza dell’Italia attraverso un museo viaggiante di auto straordinarie, con Roma e Via Veneto che esprimono tutto il fascino di questa storica corsa». Ma la Mille Miglia, precisa Alberto Piantoni, amministratore delegato di 1000 Miglia Srl, «non è solo una passerella di auto. È anche la gara di regolarità più importante al mondo, con tappe da 14 ore. Un unicum, una gara che è anche suggestione eroica che incrocia bellezza e tecnologia, valori e contemporaneità, fatica e gioia». «Così dopo circa 5 anni, per il secondo anno consecutivo la Mille Miglia ritorna a Via Veneto, – specifica Andrea Fiorentini, vicepresidente dell’Associazione di Via Veneto -. Per noi è un grande orgoglio perché questa via deve ritornare ai fasti di una volta».

Il programma prevede che il 19 maggio la Mille Miglia sia preceduta dall’arrivo delle più moderne vetture del «Ferrari Tribute to Mille Miglia» e del «Mercedes-Benz Mille Miglia Challenge», poi sarà il turno della carovana della «Freccia Rossa» che arriverà dalla Via Salaria fino a Villa Borghese. Rispetto allo scorso anno il baricentro della Mille Miglia nella Capitale è stato spostato da San Pietro e da Castel Sant’Angelo, che ospitava la passerella per il pubblico, a Via Veneto e al centro della città tra Piazza Barberini, Via del Corso, Piazza Venezia, Teatro Marcello, Circo Massimo e le Terme di Caracalla. Inoltre per celebrare il 90/mo anniversario, l’Automobile club di Roma, dal 18 al 25 maggio, allestirà una mostra fotografica dal titolo «Quando corre Nuvolari – Roma dalla Mille Miglia alla Dolce Vita», ospitata presso i principali hotel ed esercizi commerciali di via Veneto; oltre 60 foto d’epoca per raccontare lo sport motoristico, il costume e il mondo dello spettacolo tra gli anni ‘30 e ‘60 nella “Città Eterna”.

http://motori.ilmessaggero.it

Mille Miglia, 90° edizione al via il 16 maggio. Sticchi Damiani: «Un mito che si rinnova ogni anno»

Mille Miglia, 90° edizione al via il 16 maggio. Sticchi Damiani: «Un mito che si rinnova ogni anno»
ROMA – Presentato oggi a Roma la 90° edizione della Mille Miglia, partenza il 16 maggio da Brescia, ritorno il 21 dopo quattro tappe. L’arrivo a Roma in via Veneto è previsto per il 19 maggio a partire dalle ore 21,30. «La Mille Miglia è un mito che si rinnova ogni anno – dichiara il presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani – e l’edizione 2017 sarà ancora più coinvolgente ed emozionante, non soltanto perché si festeggiano i 90 anni della corsa più bella del mondo. Il numero sempre crescente degli appassionati che si riversano sul percorso dimostra l’intensità dell’entusiasmo che – oggi come ieri – l’ auto accende nel cuore degli italiani. In occasione della tradizionale tappa nella Capitale, l’Automobile Club d’Italia e l’Automobile Club Roma organizzano un ventaglio di eventi che celebrano la più grande festa dei motori della nostra tradizione».

In occasione del novantesimo anniversario della Mille Miglia, l’Automobile Club Roma ha deciso di accompagnare il tradizionale passaggio romano delle auto in gara con l’allestimento di una mostra fotografica «Quando corre Nuvolari – Roma dalla Mille Miglia alla Dolce Vita», diffusa presso i principali hotel ed esercizi commerciali di via Veneto, e con l’esposizione di taluni oggetti simbolo rievocativi del periodo pionieristico dell’ACI e dell’automobilismo. «La mostra – afferma il presidente dell’AC Roma Giuseppina Fusco – attinge al ricco materiale documentale dell’archivio storico dell’Ente, risalente sino agli anni venti e testimonia il legame tra la città di Roma, l’Automobile Club e il mondo dei motori e intende restituire ai visitatori lo spirito del tempo, sottolineando il ruolo dell’ACI Roma quale riferimento dell’automobilismo sin dalle sue origini».

«Una foto cattura un istante – sottolinea Sticchi Damiani – ma con gli anni sbiadisce e scompare tra i cassetti della memoria. Una fotografia che genera emozione, invece, al pari di una bella automobile vince la sfida del tempo e diventa pietra miliare della nostra vita, valorizzando la cultura degli individui e la tradizione della società. Con questo spirito inauguriamo oggi la mostra curata dall’Automobile Club Roma, che nel solco di ACI Storico tutela le radici del nostro tempo, assicurando un futuro al patrimonio di esperienza e sapienza della Città Eterna in tema di auto, motori e mobilità». «L’Italia è un brand aspirazionale e la manifattura artigiana del lusso è la sua più coerente rappresentazione», afferma Alberto Piantoni – Amministratore Delegato 1000 Miglia Srl.

http://motori.ilmessaggero.it

La Mille Miglia compie 90 anni: un mito in mostra nella via della Dolce vita

La potremmo vedere così. Come un incontro tra due signore che, nonostante il trascorrere degli anni, hanno ancora un fascino infinito. Da una parte la Mille Miglia, la corsa più bella del mondo che fa battere il cuore di appassionati di motori e non; dall’altra Roma, la Città Eterna che ha riempito capitoli e capitoli dei libri di storia.

La “Freccia Rossa” di 440 vetture d’epoca attraverserà la Capitale
Tra pochi giorni questa corsa automobilistica unica al mondo, che quest’anno spegne 90 candeline, farà tappa nella capitale. La “Freccia Rossa” di 440 vetture d’epoca costruite dal 1927, anno della prima edizione, al 1957 attraverserà il cuore della città. Questi capolavori di design e di meccanica raggiungeranno la centralissima (e famosissima) via Veneto nella serata di venerdì 19 maggio. La lunga carovana di splendidi esemplari automobilistici percorrerà la nota via romana. Una vera e propria passerella.

In mostra 60 foto d’epoca
Roma da parte sua accoglierà la Mille Miglia con una mostra fotografica dal titolo: “Quando corre Nuvolari – Roma dalla Mille Miglia alla Dolce Vita”. Per l’occasione saranno esposte oltre sessanta foto d’epoca. L’esposizione sarà allestita presso le hall di alcuni hotel (Marriot Flora, The Westing Excelsior, Gran Hotel Palace – Millennium Hotels & Resort, Regina Baglioni, Ambasciatori Palace, Eden) ed esercizi commerciali di via Veneto (i negozi Carry On, Zilli, Elisabeth e all’Harry’s Bar), la strada della Dolce vita di felliniana memoria.

Le immagini esposte racconteranno lo sport motoristico, il costume e il mondo dello spettacolo tra gli anni Trenta e Sessanta. Attraverso gli scatti dell’Archivio storico dell’Ac Roma, per la prima volta visibili al pubblico, sarà possibile scoprire lo stretto legame tra la capitale e il mondo dei motori. La Mille Miglia da sempre incrocia bellezza e tecnologia, tradizione e contemporaneità, fatica e gioia.

La Mille Miglia compie 90 anni: il video del mito

Strade della Capitale protagoniste di tutte le edizioni (tranne quella del 1940)
Per l’epica Mille Miglia di velocità, del resto, la capitale d’Italia è stata una tappa irrinunciabile ventitré volte su ventiquattro. Tranne l’anomala edizione del 1940, disputata sul circuito allestito tra Brescia, Mantova e Cremona, Roma è stata attraversata da tutte le edizioni classiche, dal 1927 al 1957.
Nei diversi percorsi della Freccia Rossa, sia in senso orario, sia in senso antiorario, le strade della Capitale sono sempre state protagoniste delle gesta di grandissimi piloti, con il celebre controllo a Ponte Milvio, che rappresentava il giro di boa della corsa.

Un mito che si rinnova ogni anno
«La Mille Miglia è un mito che si rinnova ogni anno – ha sottolineato il presidente dell’Automobile Club d’Italia, Angelo Sticchi Damiani, intervenuto martedì 9 maggio alla presentazione romana dell’iniziativa – e l’edizione 2017 sarà ancora più coinvolgente ed emozionante, non soltanto perché si festeggiano i 90 anni della corsa più bella del mondo. Il numero sempre crescente degli appassionati che si riversano sul percorso – ha poi aggiunto – dimostra l’intensità dell’entusiasmo che – oggi come ieri – l’auto accende nel cuore degli italiani». Emozioni su quattro ruote che non invecchiano mai.

Redazione http://www.ilsole24ore.com/